Novità Namirial presentate ad MCE

mce 2018

Tante le novità e i prodotti presentati, volti a offrire soluzioni complete e altamente professionali ai tecnici, italiani e stranieri, che operano nel settore dell’edilizia.

Namirial Spa è ormai da anni azienda leader nel settore del software tecnico Italiano e le novità che vi stiamo per anticipare non fanno altro che confermarne ed affermarne la propria leadership acquisita nei settori di competenza, grazie ad un lavoro caratterizzato dalla ricerca più della qualità e dell’utilità del prodotto venduto, che dello stupire a tutti i costi senza però avere a cuore il vero obiettivo del prodotto venduto.

E la prima risposta vera, seria, concreta per l’attività progettuale dei nostri clienti è sicuramente nel settore BIM, che ricordiamo non è solo poter importare un progetto architettonico, ma è prima di tutto poterne interagire, poterlo importare predisponendolo alle modifiche necessarie alle esigenze del tipo di progetto a cui si sta lavorando.
Nasce così ARCHLine.XP Namirial BIM, la soluzione risultato di una forte e costruttiva partnership con CAD LINE Software, da anni alla ribalta nei concetti di BIM, e il cui prodotto architettonico è stato fra i primi certificati. ARCHLine.XP Namirial BIM diventa parte integrante dei nostri prodotti, rendendoli BIM in modo…“naturale”.
Nell’ottica di un processo di passaggio progressivo di tutti i nostri prodotti alle funzionalità BIM, ad MCE saranno presentati i prodotti REGOLO per il computo e la contabilità, TERMO per la certificazione energetica e l’ex legge 10, e il modulo MEP, al momento applicato agli impianti antincendio ma presto esteso a tutti i moduli per la progettazione impianti, compreso “Canali d’Aria”, altro nuovo software presentato a MCE.

Regolo BIM

BIM è anche e soprattutto integrazione, BIM è anche allineamento fra i progetti. Con Namirial Regolo BIM questi aspetti vengono garantiti al cliente in un processo semplice e di grande intuitività per chi lo utilizza.
Il software, grazie all’integrazione con il connettore IFC ARCHLine.XP Namirial BIM (installabile gratuitamente) o con il software ARCHLine.XP, consente di automatizzare il processo completo di determinazione dei costi a partire dal modello BIM.
Tramite semplici operazioni di Drag&Drop e la definizione di regole di computazione, è possibile associare alle singole entità del modello le voci di elenco prezzi (Quantity Take Off) ed ottenere in modo rapido ed accurato il computo metrico (BIM 5D) di Regolo direttamente nella finestra di ARCHLine.XP.
Le regole di computazione che legano le proprietà geometriche e le quantità caratteristiche IFC delle singola entità alle misurazioni, garantiscono di avere un computo meno soggetto a errori di computazione e sempre aggiornato in tempo reale al modello IFC di progetto, in un processo veramente integrato e naturalmente BIM.

regolo bim
Il computo metrico generato dal progetto architettonico potrà poi essere esportato in Namirial Regolo per integrare tutte quelle voci non direttamente collegabili al modello IFC e, grazie ad un’apposita funzione, sarà possibile allineare le sole misurazioni associate ad oggetti BIM dei due computi metrici.

Termo BIM

Namirial Termo, grazie ad ARCHLine.XP Namirial BIM (connettore IFC, installato gratuitamente insieme al software e senza ulteriori costi per i clienti in assistenza) consente di determinare le prestazioni del sistema edificio/impianto del modello BIM che viene convertito analiticamente nel modello energetico adatto per l’analisi e simulazione delle prestazioni.

Termo  BIM consente la produzione delle certificazioni e degli elaborati finali, ma costituisce anche uno strumento nel ciclo progettuale in quanto non va ad invalidare la geometria originale, in un vero e naturale processo BIM.

Rilevando automaticamente dal file IFC i vani e le zone, il software determina le superfici nette in funzione degli ambienti adiacenti e senza intervenire sulla geometria originale, gestendo sistemi multi-zona, accoppiando logicamente i vani e compartimentando infine i volumi risultanti in funzione della caratteristiche.

termo bim
Le proprietà fisiche (es. termiche e acustiche) vengono assegnate alle entità del modello BIM, contribuendo in questo alle informazioni disponibili a tutte le applicazioni di analisi, in un vero processo BIM integrato. Per esempio quindi, la modifica a seguito dell’analisi, delle proprietà e delle caratteristiche geometriche di un muro (es. spessore), comporterà automaticamente l’aggiornamento del modello BIM.

Namirial MEP BIM

Grazie ad ARCHLine.XP Namirial BIM, Namirial MEP manterrà le caratteristiche di utilizzo e professionalità che lo ha sempre contraddistinto, grazie alle tante funzioni per l’inserimento veloce delle reti e alla precisione dei calcoli che lo hanno reso leader nel settore.

Importando il file IFC, Namirial MEP sarà in grado di recuperare automaticamente le piante dei vari piani che compongono l’edificio o di creare nuove ed apposite sezioni dello stesso da utilizzare poi per la corretta e precisa definizione delle reti da progettare, dagli impianti antincendio, a quelli di climatizzazione (compreso canali d’aria).

mep bim
L’utente, sfruttando gli strumenti a disposizione in Namirial MEP, potrà poi disegnare la o le reti, visualizzando in qualsiasi momento (anche in real time) in un tridimensionale completo dei pezzi speciali (giunzioni, tee, valvole, etc..) direttamente su ARCHLine.XP Namirial BIM, o, se si è in possesso della licenza, direttamente sull’architettonico ARCHLine.XP, dove è possibile fare anche delle operazioni base (rotazione, spostamento, modifica delle proprietà), che una volta terminate vengono sottoposte al controllo e approvazione di Namirial MEP (es. controllo dell’integrità della rete) in un vero processo BIM.

mep bim 2

Canali d’aria

Grande attesa anche per la presentazione del nuovo modulo CANALI, il software per la progettazione e il dimensionamento dei canali d’aria. Dedicato alla progettazione professionale degli impianti ad aria, consente il dimensionamento dei canali, sia rettangolari che circolari, attraverso i principali strumenti di sviluppo messi a disposizione dalla piattaforma MEP. Semplice ed intuitivo, integrato con tutti gli altri moduli, di cui eredita la filosofia di lavoro per una curva di apprendimento immediata, consente la progettazione simultanea di più reti, sia di mandata che di ripresa, all’interno dello stesso file fornendo precise indicazioni di parametri aeraulici quali portate d’aria, perdite concentrate e distribuite, prevalenze, accidentalità.

Dotato di un’ampia raccolta di archivi, dove il tecnico può trovare una vasta scelta di terminali tra bocchette e diffusori, regolatori e pezzi speciali, esso consente un immediato approccio alla progettazione senza obbligare il tecnico alla definizione degli oggetti necessari.

Caratteristica comune agli altri software della famiglia MEP è la possibilità della lettura automatica di una rete già realizzata in formato dwg/dxf da altro CAD, con la conseguente possibilità di verifica e/o dimensionamento della stessa. E, come tutti gli altri prodotti della famiglia MEP, ingloberà le funzionalità BIM già descritte sopra.

canali
È prevista inoltre l’integrazione con il software Namirial Termo da cui riceve le informazioni di disegno inserite, compresi i dwg di sfondo e i dati di calcolo quali portate e carichi invernali ed estivi, locale per locale, che il modulo Canali utilizza per effettuare le verifiche finali sulla capacità della rete di climatizzare correttamente gli ambienti oggetto di calcolo, rispetto alle portate impostate per il dimensionamento.

Relazione tecnica, disegni esecutivi finali e computo metrico completano il software.

CPI win® Attività – Modulo SCENARI

Altra importante novità ha come protagonista CPI win® Attività, che conferma la leadership per la progettazione delle attività soggette al controllo dei Vigili del Fuoco, totalmente aggiornato al nuovo Regolamento di Prevenzione Incendi.
CPI win® Attività, aggiornato al D.M. 22/11/2017, consentendo di gestire le pratiche relative all’installazione e l’esercizio di contenitori-distributori, ad uso privato, per l’erogazione di carburante liquido di categoria C, attività 13.1.A ai sensi del D.P.R. 151/2011, introduce per la prima volta l’analisi degli scenari sui dati di un compartimento e la possibilità di studiare la convenienza o meno dell’applicazione del D.M. 03/08/2015 rispetto alla regola tecnica verticale per le attività normate capitolo V.X o rispetto all’applicazione del D.M. 10/03/1998 per le 38 attività definite all’art. 2.
Grazie a questo innovativo strumento, i tecnici di prevenzione incendi potranno avere una visione a 360° del D.M. 03/08/2015, rendendo quest’ultimo sempre più accessibile e facile da interpretare.
Grazie all’analisi degli scenari, infatti, il tecnico potrà individuare facilmente quali sono i requisiti da rispettare per arrivare ad un dato livello di prestazione prestabilito a tavolino, oltre a verificare, in tempo reale, se eventuali cambiamenti ai dati di uno scenario sono ancora compatibili con le soluzioni conformi adottate. Il programma fornisce direttamente la misura delle variazioni dei livelli di prestazione di ciascuna strategia, evidenziando (in verde) i miglioramenti o (in rosso) i peggioramenti, in funzione della variazione del profilo di rischio RVita o di un parametro di progetto associato al compartimento in esame per lo scenario ipotizzato.

scenari
L’analisi degli scenari individua le opzioni disponibili per il progettista per la correzione dei livelli di prestazione, fornendo anche l’elenco dei dati da correggere per ottenere i livelli impostati, attraverso anche una compensazione reciproca dei livelli di prestazione tra due strategie.
L’altra grande novità consiste nella definizione del modello di attività che consente di studiare i requisiti minimi per ciascuna strategia antincendio e di valutare la convenienza o meno dell’applicazione del D.M. 03/08/2015 in un confronto serrato con le “vecchie normative”. Tale confronto tra “vecchio” e “nuovo”, infatti, consente, attraverso l’inserimento del tipo di attività e di pochi altri dati utili a caratterizzare il compartimento, di avere una comparazione tra le soluzioni possibili derivanti dall’uso del D.M. 03/08/2015 e le soluzioni che normalmente siamo abituati a utilizzare, il tutto per avere un immediato riscontro per la scelta della migliore soluzione da adottare.

Sicurezza Cantieri

Fare sicurezza richiede professionalità, attenzione, unendo i processi di automazione a dei risultati validi e coerenti con i principi di sicurezza adottati. In quest’ottica, Namirial, alla ricerca della migliore efficienza, in termini di professionalità e flessibilità dei propri prodotti, presenta a MCE il Nuovo Namirial Sicurezza 3.0, che si avvale di una innovativa Valutazione dei Rischi che, mediante matrice guidata e personalizzata per ogni rischio, permette di calcolare, oltre al Rischio Iniziale, anche il Rischio Residuo, tenendo conto delle misure preventive e protettive già attuate. Si arricchisce inoltre di tantissimi nuovi rischi: – rischio elettrico – incidenti stradali per mobilità – esplosione – idraulico – incendio – lavoro notturno – mmc – biologico – azione termica – urto e schiacciamento – caduta – scivolamento – seppellimento – agenti nocivi – apparecchi o impianti a pressione (ped) – lavori in spazi confinati – lavori in quota – radiazioni ottiche da saldatura – radiazioni ottiche coerenti – ecc.

Sicurezza cantieri

Queste sono solo alcune delle tante novità. Per conoscere tutte le soluzioni Namirial e i nostri servizi vi aspettiamo in fiera!!

 

Acquista oggi TermoRegolo e CPI win® Impianti ed avrai inclusa anche la versione BIM non appena disponibile!

Scopri in anteprima i dettagli:

 

regolo bim link
Termo bim link
Mep bim link

Contatti Edilizia Namirial

E-mail: commerciale@edilizianamirial.it

Telefono: 071/205380

Form richiesta informazioni

Software per l’Edilizia