Lingue: enites

Progettazione BIM e analisi dei costi

La tecnologia BIM (Building Information Modeling) consente di gestire tutte le informazioni relative alla progettazione e alla realizzazione di un edificio. L’utilizzo di un formato aperto per lo scambio dati, come lo standard IFC (Industry Foundation Class), permette di utilizzare lo stesso file per condividere tutte le informazioni di un edificio fra i vari soggetti (architetti, ingegneri, progettisti dell’isolamento, manutentori, ecc.) coinvolti nel ciclo di vita dell’edificio stesso e fra differenti piattaforme software.

Grazie al BIM è quindi possibile velocizzare e ottimizzare tutta la fase di progettazione di un edificio anche per quanto riguarda l’aspetto economico. Si pensi, ad esempio, all’opportunità offerta di monitorare l’impegno economico di un’opera edile durante tutta la fase di progettazione, in cui possono essere coinvolti diversi soggetti ed è quindi richiesto un continuo scambio di informazioni. Oppure alla possibilità di valutare in modo rapido i costi legati a soluzioni progettuali e costruttive differenti.

Il BIM permette di migliorare il processo di stima dei costi in quanto le informazioni su volumi, aree, ecc. vengono estrapolate direttamente dal modello architettonico 3D con conseguente riduzione di errori, dovuti principalmente all’utilizzo di formule e/o a dimenticanze, e aumento della precisione nel rilevamento delle quote.

 

ARCHLine.XP Namirial BIM

Tramite ARCHLine.XP Namirial BIM, basato sul software di BIM Authoring ARCHLine.XP, e la sua integrazione con Regolo BIM è possibile elaborare la “dimensione” BIM-5D ovvero la gestione dei costi legati ad un progetto architettonico.

regolo 1 bimFigura 1 – ARCHLine.XP BIM Authoring

 

ARCHLine.XP Namirial BIM permette di importare un qualsiasi file IFC, anche generato da altri programmi di BIM Authoring, di visualizzarne e analizzarne il modello 3D e di estrapolare tutte le informazioni necessarie al BIM Tool Namirial RegoloBIM per la compilazione del computo metrico e al BIM Tool Namirial Termo BIM per effettuare l’analisi energetica dell’edificio.

Il BIM Authoring ARCHLine.XP consente la realizzazione del progetto architettonico tramite funzionalità di editing potenti e flessibili. Ciascun elemento inserito nel modello (come, ad esempio, una parete) viene modellato come un’entità (o oggetto) caratterizzata sia dall’aspetto grafico, come avviene per un qualsiasi programma CAD, sia da proprietà fisiche e geometriche (lunghezze, volumi, aree, ecc.). Ciò consente l’interoperabilità e lo scambio dati fra software BIM conformi allo standard IFC.

 

Namirial Regolo BIM

Namirial Regolo BIM è il BIM Tool che consente di redigere un computo metrico a partire dal modello trasferito da ARCHLine.XP quando viene avviata la funzione “computa modello”. L‘operazione di quantificare tutti i costi relativi ad una lavorazione viene anche detta Quantity Take Off (QTO).

regolo 2 bimFigura 2 – Namirial RegoloBIM:  analisi dei costi dal modello BIM

 

Tutte le entità presenti in un modello BIM, editato tramite il programma di BIM Authoring o importato da file IFC, vengono visualizzate in Namirial Regolo BIM, ciascuna con le relative proprietà. Per ogni singola entità grafica è possibile definire una o più “regole” ovvero elementi che consentono di mettere in relazione l’entità stessa con voci di elenco prezzi, modelli di misurazioni basati sulle relative proprietà geometriche e categorie di lavorazioni. Ciascuna regola contribuisce alla compilazione del computo attraverso l’inserimento, nell’opportuna categoria, della voce di elenco ad essa collegata e di uno o più righe di misurazioni in funzione del modello BIM. Tale metodologia di lavoro consente di aggiornare rapidamente il computo metrico al variare del modello BIM. Dopo aver effettuato le modifiche necessarie al modello architettonico, è sufficiente ripetere l’operazione di passaggio dati dal programma di BIM Authoring a Regolo BIM per avere, in tempi rapidi, il computo metrico aggiornato sia nella struttura (categorie di lavorazione) sia nelle quantità delle misurazioni. La stima dei costi può anche essere riveduta rapidamente attraverso la modifica delle regole.

È possibile utilizzare funzioni di filtro e raggruppamento per associare, con un’unica operazione, una singola regola a più entità. L’utilizzo dei filtri garantisce che eventuali nuove entità inserite nel modello BIM vengano conteggiate automaticamente nel computo metrico.

La creazione di filtri e regole è velocizzata e facilitata dalla presenza degli archivi di base, di funzioni di Drag&Drop fra progetti diversi e di apposite procedure che consentono di associare entità a regole già definite.

Attraverso evidenziazioni grafiche, il programma indica in ogni momento quali sono le entità con regole associate e le eventuali righe di misurazioni collegate. È prevista una funzione di filtro in grado di mostrare le sole voci e misurazioni relative alle entità BIM selezionate.

Gli elenchi prezzi, condivisi con il programma Namirial Regolo, possono essere compilati dall’utente o scaricabili dal sito della Namirial.

Il collegamento tra ARCHLine.XP e Namirial Regolo BIM avviene in tempo reale ed è sempre possibile individuare graficamente, all’interno del modello architettonico, l’entità sulla quale si sta operando ed avere una visione completa del lavoro svolto. Tuttavia, è possibile slegare le due fasi consentendo a soggetti diversi di occuparsi della progettazione architettonica e della stima dei costi. Anche in questo caso, il computo metrico può essere “sincronizzato” al modello BIM tramite il semplice scambio di un file IFC.

regolo 3 bimFigura 3 – Integrazione Namirial RegoloBIM e ARCHLine.XP

 

L’integrazione fra i due software, consente di disporre, oltre alle proprietà previste dallo standard IFC e generalmente utilizzate da altri BIM Tool, di informazioni aggiuntive sull’entità che possono essere adoperate in fase di compilazione del modello di misurazioni. È possibile utilizzare la lunghezza minima (interna) o massima (esterna) di una parete che delimita un locale, la geometria (altezza, lunghezza, spessore, ecc.) dei singoli strati che compongono un muro o un solaio e altri parametri specifici di ogni singola tipologia di entità (pareti, solai, tetti, ecc.). Ciò consente di ottenere computi metrici molto dettagliati e accurati. Abbinando le informazioni relative alla stratigrafia delle strutture alle funzionalità di filtro messe a disposizione dal programma, è possibile computare il costo relativo all’utilizzo di un determinato materiale (tipo un isolante) nella composizione di una parete e valutare, con pochi e semplici passaggi, lo scenario migliore dal punto di vista economico e progettuale.

Anche le categorie di lavorazione (definite dall’utente attraverso le regole) che compongono la struttura del computo metrico possono essere legate alle proprietà delle entità BIM. Ad esempio, è possibile fare in modo che il programma suddivida automaticamente le misurazioni associate agli infissi in base ai piani previsti nel modello architettonico e in cui i serramenti stessi sono stati collocati.  La struttura del computo metrico risulterà quindi dinamica e sempre sincronizzata con il modello BIM.

 

Integrazione con Namirial Regolo

Il computo metrico realizzato con Namirial Regolo BIM può essere aperto e stampato in Namirial Regolo. Inoltre, è possibile apportare tutte le modifiche ed integrazioni necessarie ad includere eventuali voci non previste o estranee al modello BIM ed ottenere così una stima dei costi più esaustiva.

Poiché Regolo e Regolo BIM operano su due documenti distinti, è possibile fare in modo che soggetti diversi valutino, anche contemporaneamente, aspetti differenti del computo metrico: uno strettamente legato al modello architettonico e l’altro a tutto ciò non direttamente attribuibile (graficamente) al programma di BIM Authoring.

regolo 4 bimFigura 4 – Namirial Regolo: Confronto e unione di computo BIM

In qualsiasi momento, tramite la nuova funzione di comparazione e unione di computi metrici presente in Namirial Regolo 3.4, è possibile allineare il computo metrico di Regolo con quello di Regolo BIM. In fase di confronto verranno indicate tutte le eventuali variazioni apportate in Regolo BIM e relative alla sezione di computo legata al modello BIM. Ogni singolo cambiamento può essere accettato o ignorato nel documento presente in Regolo.

 

Namirial Regolo

Minimizzazione del lavoro manuale congiunta alla massima semplicità d’uso fanno di Regolo il software per computi metrici e contabilità lavori ideale per tutti i professionisti e per gli enti pubblici.

Scopri i dettagli sul software Regolo e tutte le sue potenzialità.

×
Scopri la promozione sul nostro shop!
Sconto Natale 2018