Lingue: enites

Pubblicato il D.L. “Rilancio” n°34 del 19/05/2020

approfondimento termotecnica

Decreto rilancio

Il 19 Maggio 2020 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il D.L. 34 meglio noto come “Decreto Rilancio”, un corposo insieme di norme per aiutare l’economia Italiana a riprendersi dopo la dura crisi causata dalla pandemia di SARS-CoV-2. Tra le varie misure messe in atto, all’art.119, viene innalzata la detrazione fiscale, che raggiunge il 110%, per gli interventi di efficientamento energetico, quelli per il rafforzamento sismico e l’installazione di impianti fotovoltaici e colonnine di ricarica. Questo si traduce nel totale recupero delle spese effettuate, con in più un guadagno del 10%. Un ulteriore aspetto interessante è rappresentato dalla possibilità di cedere il credito fiscale all’impresa o a una società finanziaria, rendendo tali interventi praticamente gratuiti.

Relativamente all’efficientamento energetico, il D.L introduce due interventi fondamentali, validi sia per edifici unifamiliari che condominiali, ovvero l’isolamento termico dell’involucro opaco e la sostituzione dell’impianto di riscaldamento esistente. Nel caso di condomini, l’impianto può essere sostituito con un impianto centralizzato a condensazione di classe A o con pompa di calore, nel caso degli alloggi unifamiliari la sostituzione può avvenire solo con impianti a pompa di calore o ibridi. Entrambi gli interventi consentono di ottenere la detrazione massima del 110%. Inoltre, tutti gli altri interventi dell’ecobonus già noti da diversi anni possono ottenere la stessa aliquota di detrazione, se effettuati in concomitanza con uno e con entrambi gli interventi fondamentali di cui sopra. In sintesi, quindi, si ha la possibilità di rendere gli edifici veramente efficienti dal punto di vista energetico a costo zero.

Il decreto, infine, richiede che tali interventi consentano il miglioramento di almeno due classi energetiche, (ovvero il raggiungimento della classe migliore); è necessario, dunque, predisporre un APE pre e post intervento che dimostrino il raggiungimento degli obiettivi richiesti.

Termo 5.1 è aggiornato a tutte le nuove disposizioni normative e tutte le interpretazioni ENEA in merito alle verifiche per le detrazioni fiscali. Inoltre, con il nuovo aggiornamento, è possibile produrre un apposito documento riepilogativo utile per la corretta compilazione guidata della pratica ENEA. Termo, quindi, è lo strumento insostituibile per affiancare il progettista in questa nuova fase di rilancio dell’edilizia sostenibile.

Software correlati

Termo