Lingue: enites

CPI win FSE

Software Fire Safety Engineering

Torna alla pagina prodotto

Scenari di incendio

Progettazione simulazione dell’incendio anche in cloud

Namirial CPI win FSE si evolve sempre più nelle nuove funzionalità, per consentire rapidamente il calcolo di differenti scenari di incendio è ora possibile effettuare il calcolo degli stessi su piattaforma cloud.
Schermate Namirial CPI win FSE - Scenari di incendio

Calcolo in cloud

Il software consente la configurazione e l’avvio del calcolo in cloud dei vari scenari di incendio in maniera automatica attraverso una procedura guidata, con possibilità di scelta del numero di processori e della quantità di memoria da utilizzare.

fse simulazione incendio - immagine1

Scelta di varie versioni del motore di calcolo

CPI win FSE è allineato all’ultima versione del motore di calcolo FDS che è la 6.7.5 rilasciata il 21 agosto 2020. L’aggiornamento del motore di calcolo contiene principalmente correzioni di bugs segnalate agli sviluppatori del NIST, mantiene la nuova funzionalità (riga di comando chiamata CMDfds) che permette di eseguire il calcolo FDS con più griglie anche su una macchina locale al fine di facilitare il calcolo degli scenari di incendio suddivisi in più griglie di calcolo.

Questa nuova funzionalità cambia le modalità di lancio di un calcolo FDS, ed ha richiesto in CPI win FSE una sostanziale modifica dei comandi per il lancio del motore di calcolo in locale mantenendo anche la retro compatibilità con le versioni precedenti.

CPI win FSE, infatti, continua a supportare le versioni 6.1.x, 6.3.x, 6.4.x, 6.5.x, 6.6.x del motore di calcolo FDS.

Il precedente pannello per il calcolo in rete è stato modificato per supportare il lancio del calcolo su più griglie sia sullo stesso computer che su una rete locale di computer.

fse simulazione incendio - immagine2

Cosa cambia con il calcolo in CLOUD

Una grande novità, per sfruttare la potenza della rete per il lancio del calcolo su più griglie e scaricare i risultati delle simulazioni, è l’implementazione di una interfaccia con il servizio di calcolo in CLOUD fornito dal partner commerciale CFD-FEA-Service.

La potenza del motore di calcolo FDS, che impiega sempre più risorse hardware per risolvere le funzionalità via via introdotte, si scontra con i limiti computazionali dei pc da lavoro normalmente usati dai professionisti.

Per venire incontro alle esigenze dei progettisti dell’antincendio anche in un’ottica di maggiore diffusione della Fire Safety Engineering a favore della progettazione prestazionale, si è cercato un modo per poter sfruttare le risorse della rete per velocizzare i calcoli di fluidodinamica di FDS per la verifica degli scenari di incendio in presenza di più griglie di calcolo.

fse simulazione incendio - immagine3

Il calcolo in CLOUD permette di superare questi limiti offrendo al progettista i vantaggi di una piattaforma HPC (High Performance Computing):

  • simulazioni degli scenari di incendio eseguite più rapidamente grazie a componenti hardware ad alte prestazioni senza investimenti iniziali
  • scalabilità delle risorse che possono essere configurate in base alle necessità specifiche di progetto
  • eseguire più calcoli in parallelo, ovvero valutare più scenari di incendio contemporaneamente.

Il servizio, attualmente gestito dal partner commerciale CFD-FEA-Service, permette tutto questo mediante un bacino di risorse scalabili da 1 fino a 224 CPU virtuali e da 1 fino a 8 GB di memoria RAM virtuale.

Il software CPI win FSE si integra perfettamente con la piattaforma HPC nelle funzioni di generazione e caricamento del file FDS, lancio di una o più simulazioni parallele, scaricamento dei risultati dal CLOUD, permettendo così al progettista di completare la fase di modellazione con un calcolo FSE più efficiente ed integrato, ed eseguire in meno tempo l’analisi dei risultati, confrontandoli anche su più scenari di studio.

Requisiti per il calcolo in CLOUD

Il modulo è sviluppato da Namirial ed è disponibile previa registrazione congiunta con il servizio di calcolo in CLOUD gestito dal partner commerciale CFD-FEA-Service secondo un modello tariffario a consumo: l’addebito è relativo al reale tempo di utilizzo delle risorse opzionate per il calcolo come numero di CPU e memoria RAM utilizzabile.

Richiedi informazioni sul calcolo in CLOUD

Non bisogna staccarsi dalla tradizione per avere la garanzia di un software aggiornato

PROVA ORA CPI WIN FSE